domenica 28 agosto 2011

L15 - Passivo e Causativo

PASSIVO   受身(うけみ)


Anche in Giapponese la stessa situazione può essere espressa in modo diverso a seconda del punto di vista del parlante; a seconda cioè se si vuole porre l’attenzione su chi esegue o chi subisce l’azione. Il Giapponese però ha due tipi di passivo a seconda del tipo di effetto che ha l’azione su chi la subisce: il primo tipo è detto “passivo diretto”, il secondo tipo “passivo indiretto”.

Passivo diretto

Il passivo diretto corrisponde al nostro passivo, e in una frase passiva diretta chi riceve l’azione è il soggetto della frase stessa. Nella costruzione della frase avremo quindi un soggetto che riceve l’azione (marcato con posposizione ga o wa), chi esegue l’azione (con posposizione ni) e il verbo in forma passiva. Segue tabella esplicativa sulla formazione del passivo:


FORMAZIONE VERBI PASSIVI
TABERU
食べる
TABERARERU
食べられる
MANGIARE
MIRU
見る
MIRARERU
見られる
VEDERE





NERU
寝る
NERARERU
寝られる
DORMIRE
TSUKURU
作る
TSUKURARERU
作られる
FARE
MATSU
待つ
MATARERU
待たれる
ASPETTARE
KAU
買う
KAWARERU
買われる
COMPRARE
NOMU
飲む
NOMARERU
飲まれる
BERE
YOMU
読む
YOMARERU
読まれる
LEGGERE
SHINU
死ぬ
SHINARERU
死なれる
MORIRE
ASOBU
遊ぶ
ASOBARERU
遊ばれる
GIOCARE
KIKU
聞く
KIKARERU
聞かれる
ASCOLTARE
OYOGU
泳ぐ
OYOGARERU
泳がれる
NUOTARE
HANASU
話す
HANASARERU
話なされる
PARLARE





SURU
する
SARERU
される
FARE
KURU
来る
KORARERU
来られる
VENIRE


Apparentemente il passivo di verbi intransitivi come oyogu 「泳ぐ」  (nuotare)  e  shinu   「死ぬ」(morire) non può avere senso (almeno in Italiano), ma in Giapponese viene utilizzato per formare il “passivo indiretto”.

Es.
Otōto ga chichi ni shikara remashita= (おとうと)(ちち)(しか)られました = Mio fratello è stato rimproverato da mio padre.

Passivo indiretto

Con i verbi in forma passiva, è anche possibile esprimere una situazione in cui chi la subisce viene disturbato, annoiato o infastidito dall’azione di qualcun altro. Questo è il passivo indiretto, e anche un verbo intransitivo  con kuru  来る può essere usato nella sua costruzione. La persona che è stata negativamente influenzata, diventa il soggetto, mentre chi esegue l’azione è identificato con la posposizione ni. Se si usano verbi intransitivi, la traduzione letterale in italiano è praticamente impossibile.

Es.
Mata Tanakasan ni uchi ni koraremashita= また田中(たなか)さんにうちに()られました = Tanaka è venuto di nuovo a casa mia (e la cosa non mi ha reso felice)
Ani wa densha no naka de on'na no hito ni ashi o fuma remashita= (あに)電車(でんしゃ)(なか)(おんな)(ひと)(あし)()まれました = Una donna ha pestato il piede a mio fratello sul treno (con suo disappunto!)

ATTENZIONE:
1.   Chi esegue l’azione è evidenziato sempre dalla posposizione ni 「に」
2.    Il verbo che si presenta nella forma passiva reru e rareru, diventa a sua volta un normale verbo in ru a tutti gli effetti, e può subire ulteriori coniugazioni, con ad esempio una forma in te progressiva: es Eigo wa sekaijū de hanasarete imasu=英語(えいご)世界中(せかいじゅう)(はな)されています  = L’inglese è parlato in tutto il mondo.
3.    Con i verbi: aru  「ある」 , mieru 「見える」,  kikoeru  「聞こえる」 , dekiru 「できる」   non si usa il passivo



CAUSATIVO   使役(しえき)

La forma causativa esprime una situazione in cui qualcuno fa compiere a qualcun altro una determinata azione. La costruzione è simile al passivo, con la differenza che qui si aggiungono seru e saseru ai verbi, invece di reru rareru. Anche con  le frasi causative, chi subisce l’azione è identificato con la posposizione ni.

FORMAZIONE VERBI CAUSATIVI
TABERU
食べる
TABESASERU
食べさせ
MANGIARE
MIRU
見る
MISASERU
させ
VEDERE





NERU
寝る
NESASERU
させ
DORMIRE
TSUKURU
作る
TSUKUSASERU
させ
FARE
MATSU
待つ
MATASERU
待た
ASPETTARE
KAU
買う
KAWASERU
買わ
COMPRARE
NOMU
飲む
NOMASERU
飲ま
BERE
YOMU
読む
YOMASERU
読ま
LEGGERE
SHINU
死ぬ
SHINASERU
死な
MORIRE
ASOBU
遊ぶ
ASOBASERU
遊ば
GIOCARE
KIKU
聞く
KIKASERU
聞か
ASCOLTARE
OYOGU
泳ぐ
OYOGASERU
泳が
NUOTARE
HANASU
話す
HANASASERU
話なさ
PARLARE





SURU
する
SASERU
FARE
KURU
来る
KOSARERU
来ら
VENIRE

Esempio di trasformazione da frase semplice a causativa: 妹が皿をあらいました= mia sorella ha lavato i piatti → 母が妹にさらを洗わせました= mia mamma ha fatto lavare i piatti a mia sorella.



Nessun commento:

Posta un commento